Acidi grassi Omega 3: i mattoni d'oro della salute

Molti anni fa, gli scienziati hanno iniziato a notare che in alcune parti del mondo lo stato di salute e la durata della vita si discostavano significativamente dalla media. Poiché è sempre stato uno dei più grandi desideri dell’uomo vivere il più a lungo possibile, ciò suscitò naturalmente un grande interesse. Tutti volevano sapere perché, ad esempio, nell’estremo nord Europa, in Giappone, in alcune parti della Russia, in alcuni luoghi del Mediterraneo e altrove, ricevono questo dono. Come vivono, cosa mangiano, in che modo il clima locale li influenza? C’è qualcosa di speciale nell’aria, nell’acqua o nel suolo? Nei tempi moderni, l’aspettativa di vita nel mondo sviluppato sta aumentando lentamente ma costantemente grazie alla qualità dell’assistenza medica e alla migliore qualità del cibo, anche se le persone nel mondo sviluppato sono generalmente soggette a stress e inquinamento. Tuttavia, anche oggi ci sono differenze nella salute e nella longevità della popolazione. Nella ricerca di una fonte miracolosa di eterna giovinezza nelle zone centenarie, come venivano chiamate queste parti del mondo, trovarono anche molte risposte. Tra questi, sono comparsi molto spesso i termini grassi insaturi nella dieta e soprattutto acidi grassi Omega 3, che sono diventati uno degli integratori alimentari più ricercati. Gli acidi grassi Omega 3 sono classificati come cosiddetti grassi buoni, in quanto sono annoverati tra gli acidi grassi polinsaturi. Sono vitali per la nostra salute generale, ma sfortunatamente il nostro corpo non può produrli da solo. Ecco perché è necessario introdurli con una dieta adeguata o con integratori alimentari.

Una breve descrizione 

Sebbene cerchiamo di utilizzare il minor numero possibile di formule e nomi complicati, dobbiamo menzionare i tre acidi grassi Omega 3 più importanti che una persona può ottenere dal cibo. Questi sono acido alfa-linoleico (ALK), acido docosaesaenoico (DHK) e acido eicosapentaenoico (EPA). L’ALK si trova principalmente negli alimenti vegetali: nelle verdure a foglia verde, nei semi di lino e di chia, nelle noci, nei semi di lino e nell’olio di girasole…

DHK ed EPA si trovano negli animali, in particolare nei frutti di mare e nelle alghe. I pesci, come il salmone, le sardine, la trota, sono una ricca fonte.

Perché gli acidi grassi Omega 3 sono così importanti?

È stato dimostrato che gli acidi grassi Omega 3 riducono il rischio di malattie cardiache, poiché hanno effetti anti-infiammatori. Il nostro corpo ne ha bisogno per mantenere le membrane cellulari, per il corretto funzionamento delle funzioni neurologiche e per la produzione di ormoni. L’EPA supporta il funzionamento del cuore e del sistema cardiovascolare, il DHK è fondamentale per il funzionamento e lo sviluppo del cervello e aiuta a mantenere la vista.

La combinazione di entrambi gli acidi ha anche effetti positivi sul miglioramento delle malattie cardiovascolari e sulla riduzione dell’ipertensione, sulla depressione e l’ansia, sull’invecchiamento, sull’obesità, sul sistema immunitario, sulla riduzione dello stress, ha un effetto antinfiammatorio, previene l’aterosclerosi, aumenta le capacità cognitive, ripristina il cervello le cellule, soprattutto in caso di danni, aiutano con l’artrite, migliorano la fertilità, la salute dei reni, possono anche avere un ruolo protettivo nel cancro e in altri stati patologici. Sono estremamente importanti per il corretto sviluppo dell’embrione e per lo sviluppo dei bambini.

Un’adeguata assunzione di DHK nelle donne in gravidanza contribuisce al normale sviluppo del cervello e degli occhi del feto. Se tracciamo una linea sotto questo, possiamo concludere che gli acidi grassi Omega 3 hanno un’influenza su praticamente tutti i processi che hanno luogo nel corpo.

Acidi Omega 3 dagli antenati e oggi

Gli studi hanno dimostrato che l’uomo del Paleolitico consumava tra 5000 e 6000 mg di EPA e DHA al giorno. L’uomo di oggi, in media, consuma solo 250 mg o anche meno di EPA e DHA al giorno.

La differenza è più che ovvia, in quanto è appena il cinque percento di ciò che una persona era abituata a godere. Oggi, la più alta assunzione giornaliera di EPA e DHA si registra in Islanda e Giappone. Ed è proprio in Giappone che hanno i più bassi tassi di depressione, malattie cardiovascolari, cancro al seno e al colon tra tutti i paesi industrializzati.

I frutti di mare, in particolare i pesci come salmone, sogliola, sgombro, sardine, sono una fonte estremamente importante di grassi omega 3.

E dato che il Giappone si trova in mezzo al mare e che la loro dieta è sempre stata a base di frutti di mare, tali risultati non sono sorprendenti.

Sfortunatamente, una risorsa per il benessere si sta trasformando in un pericolo per la salute

Da tempo ci è chiaro che lo sviluppo della civiltà ha portato molti danni anche al nostro pianeta. A causa dell’attività industriale e dei trasporti, l’ambiente è sempre più gravato e, ovviamente, avvelenato.

E il pesce, questa fonte di sana alimentazione, purtroppo si trasforma in un pericolo per l’uomo se non stiamo attenti ai tipi di pesce che mangiamo, oltre che alla quantità. In parole povere, gli animali nel mare accumulano tutta la sporcizia che abbiamo creato e che i fiumi hanno portato in mare. Pertanto, nei pesci si accumulano metalli pesanti e molte sostanze estremamente pericolose per l’uomo.

Recentemente è cresciuta anche la consapevolezza delle microplastiche, particelle quasi microscopiche di plastica decomposta, che sono già state trovate ovunque sul pianeta, anche nel punto più profondo degli oceani, nella Fossa delle Marianne profonda 10.984 metri. I pesci più lunghi e grandi che si nutrono di altri pesci sono i più avvelenati, poiché le quantità continuano a sommarsi. Pertanto, è necessaria cautela quando si consuma pesce. Le specie più piccole e quei pesci che si nutrono di cibo vegetale sono più adatti.

Non dobbiamo esagerare con le quantità.

Come ottenere gli acidi grassi essenziali?

Oltre alla quantità limitata di pesce, le fonti, come abbiamo già accennato, sono anche in alcuni alimenti vegetali, semi e noci e oli naturali. Alcuni di essi si trovano anche nella carne di manzo, nelle uova, nel pane, ma con l’assunzione abituale di questi alimenti, non otteniamo abbastanza acidi grassi Omega 3, poiché dovremmo mangiare quantità eccessive di cibo per soddisfare i nostri bisogni quotidiani. Ecco perché sempre più persone scelgono integratori alimentari Omega 3 di alta qualità, che possono essere utilizzati per fornire all’organismo ciò di cui ha bisogno per funzionare senza i suddetti pericoli.

Come accennato in precedenza, gli acidi grassi Omega 3 forniscono un punto di partenza per la produzione di ormoni che regolano la coagulazione del sangue, la contrazione e il rilassamento delle pareti dei vasi e alleviano l’infiammazione. Si legano anche ai recettori nelle cellule che regolano le funzioni dei geni. Lo squilibrio ormonale è purtroppo entrato a far parte della vita moderna, in quanto è la conseguenza più comune di stress, mancanza di sonno, mancanza di attività e cattiva alimentazione. possiamo aiutare in questo con la giusta combinazione di prodotti che ripristinano efficacemente l’equilibrio nel corpo e assicurano il normale funzionamento di tutte le sue funzioni.

Il pacchetto “Equilibrio ormonale” contiene tutti gli ingredienti necessari per stabilire l’equilibrio ormonale. Omega 3 Elite contiene acidi grassi omega 3 da olio di pesce e vitamina E, in alte concentrazioni. Nessun guado sgradevole dopo il pesce. Glands Support contiene una combinazione di estratti altamente concentrati di erbe adattogene e contiene anche selenio, che svolge un ruolo nel funzionamento della tiroide e del sistema immunitario, e vitamina B6, che contribuisce al funzionamento del sistema nervoso.

Un ambiente sano è una condizione essenziale per la vita

Se abbiamo parlato poco prima di cosa abbia causato all’ambiente naturale lo sviluppo della civiltà umana, tra gli aspetti positivi possiamo citare il fatto che ora, indipendentemente da dove viviamo, sono a nostra disposizione “sostanze miracolose”, per le quali un tempo doveva andare in angoli lontani Santo. Ma ovviamente dobbiamo essere consapevoli che nessuna sostanza miracolosa ci aiuterà se non iniziamo a prestare più attenzione alla nostra Terra – questo giardino miracoloso che ci è stato dato di usare, e a causa della nostra indifferenza c’è un pericolo crescente che lo faremo sii coloro che verranno dopo di noi, lascia il deserto. Potremmo espandere quel famoso detto: una mente sana in un corpo sano e dire: una persona sana solo in un ambiente sano.

 

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *